domenica 11 dicembre 2011

Blog a scartamento ridotto


Ci sono stati anni - il 2008, ad esempio - in cui ogni giorno questo blog presentava una marea di stupidaggini da condividere via cavo.
Ci sono stati certi Natali in cui scrivevo di tutto.
Ora i miei post si sono diradati. E non è che mi mancherebbero le cose da raccontare, per carità. E' che per ora non ho voglia di scriverle.
Mi sembra tutto inutile.
Mi sembrano tutte sciapate. Mi pare che i pochi amici che vengono ogni tanto qui a leggere debbano scuotere la testa di fronte alle inanità che si trovano sullo schermo.
Mi sembra, forse. Sarà una botta di depressione, che ne so, sarà la crisi internazionale, ma sono un po' mogia. Altro che la Cincia.
Passerà. Passa tutto.

7 commenti:

il monticiano ha detto...

Amare riflessioni. Spero momentanee.
E non è stata una "marea di stupidaggini". A me sono piaciute.

Lypsak ha detto...

Noooo, io sono una tua fan anche se leggo qui da relativamente poco! Non smettere! Non è inutile! almeno, io mi faccio sempre una risata o almeno sorrido quando passo di qui... e a volte ti assicuro che ne ho davvero tanto bisogno...
Non ti smontare, è solo un momento ma vedrai che poi passa!

Rita ha detto...

Passerà mia amica, passerà, non cè dubbio. Yo digo como il monticiano, no son estupideces, te lo parece a ti pero no es cierto. No te preocupes a todos nos ha pasado, después de un tiempo te pasará.
un bacione

Kylie ha detto...

Io ti leggo sempre con grande piacere.
Sarà una crisi di passaggio.

Bacio

Ibadeth ha detto...

Grazie, amici! Non intendo chiudere il blog, per carità, è soltanto che vedo che i miei post si sono di molto diradati e che è un momento un po' di stanca.
Penso anch'io che passerà; ma per ora le cose vanno un po' a rilento...

cinciamogia ha detto...

Ogni tanto gli impegni, ogni tanto la poca voglia di condividere quello che passa per l'anticamera del cervello...A volte succede.
Ogni tanto però noi si passa di qua, e ti si aspetta, altro che marea di stupidaggini!
Ti abbraccio

annalizard ha detto...

Cara Gabri, ora che ci siamo ritrovate col cavolo che ti mollo!
Davvero, sei la mia valvola di sfogo dalla routine quotidiana e dalla tristezza.
Un bacio,
Annalisa