domenica 10 febbraio 2013

Villetta indipendente



La villetta che dà sulla valle

Oggi il lupo giornalista Flavio Aufidio Crispino ha dato conto d'una singolare avventura occorsa al suo fotografo, la nutria ferrarese Agenore Antenore Balboni Tumiati, da tempo alla ricerca d'una casa dove vivere con la sua sposa, un'altra nutria nomata Camilla Domitilla, addetta alle pubbliche relazioni presso la diga del lago di Corbara.
Attirati da un cartello che, nei pressi di Panicale, proponeva l'acquisto d'una villetta indipendente, le due nutrie erano andate ad informarsi e, piacevolmente sorprese dall'esiguità del prezzo (cinquemilaseicentododici euro), avevano senza por tempo in mezzo provveduto all'acquisto ed all'arredo della villetta, che scopriva un panorama mozzafiato sulla valle umbra.
La settimana scorsa erano partiti perché Agenore Antenore doveva fare un servizio di moda presso le risaie vercellesi. Al loro ritorno, mentre parcheggiavano l'auto nello spiazzo davanti alla villetta, si rendevano conto che lo spiazzo c'era, ma la villetta mancava.

La valle
 
Vagamente allibiti avevano fatto marcia indietro ed erano andati a chiedere alloggio al lupo; il giorno dopo s'erano recati presso l'agenzia che aveva fatto loro da tramite per la vendita della casa e avevano scoperto, non senza stupore, che la villetta costava così poco perché trattavasi di "casetta indipendente".
Non nel senso che ci vivevano solo loro e non la condividevano con altri, bensì nel senso che la villetta se ne andava quando le garbava e ritornava quando le pareva....

7 commenti:

il monticiano ha detto...

Finale più che logico altrimenti anziché villetta indipendente avebbe avuto un altro titolo.
Chiedo scusa per la domanda impicciona ma la nutria ferrarese Agenore è di nobile casato?

Kylie ha detto...

Adoro le nutrie, mi stanno simpatiche.
Ma una villetta così la vorrei anch'io... giusto per movimentarmi ulteriormente le giornate.

Bacio

Nou ha detto...

Una villetta così la vorrei trovare anch'io. Avrei disponibilità di condividerla con le nutrie del racconto e anche qualche loro parente.

:))

Baci

aquila ha detto...

Che bella storia.
Leggera e leggiadra...
Ciao

Lypsak ha detto...

Una villetta emancipata, che fortuna!
Per la villetta.

Anche a me piacerebbe, però, ma mi scoccerebbe molto se decidesse di partire senza avvisarmi e/o senza portarmi con sé...

cinciamogia ha detto...

Uh, come il castello errante di Howl, uno dei miei cartoni animati preferiti! Però se la casa scappa senza l'inquilino dentro non è piacevole per il suddetto...

specchioscuro ha detto...

Adoro il fatto che nei tuoi post non si capisce mai dove finisce la realtà e dove comincia la fantasia :)