martedì 3 febbraio 2009

"Processo per stupro" 2, la Vendetta

Non so se qualcuno di voi rammenta che cosa si diceva fino a qualche anno fa delle ragazze che vengono violentate.
C'era una legge risalente al fascismo e non c'era verso di mettersi d'accordo per cambiarla! Prevedeva pene molto miti per gli stupratori, basata com'era sulla filosofia del delitto "contro la morale": la violenza carnale non era vista come un crimine contro la ragazza - che forse non è nemmen del tutto una persona -, ma contro la pubblica sensibilità, sai, la gente si potrebbe infastidire sentendo parlare di stupri...
Molti dicevano che le ragazze per bene se ne stanno a casa e non le violenta nessuno.
Molti dicevano che la fanciulla aveva provocato il violentatore col suo modo di fare ammiccante e la sua minigonnina di jeans. Ricordate "Processo per stupro"?
Molti sostenevano l'esistenza della "vis grata puellae", che nell'uomo vero ci vuole un po' di violenza e che alle donne, in fondo, piace...
Parecchi d'area comunista dicevano che lo stupro è una brutta cosa, ma che ci sono problemi molto più gravi, ad esempio la situazione della classe operaia (giuromorissi, l'ho sentito con queste orecchie a punta, quando una volta ho chiesto di firmare una petizione per cambiare la legge e si son rifiutati!).
Insomma, ne dicevan tante. Ma nessuno mai si sognava di manifestare se una ragazza veniva violentata o se gli stupratori ricevevano una pena troppo breve.
Ed era una cosa bruttissima, sia chiaro. Era l'espressione di una cultura patriarcale, maschilista e rozza.
Ora manifestano, però, minacciano linciaggi, invocano torture, pena di morte, rogo, squartamento, castrazione chimica o mediante trinciapollo arrugginito... Fate un giro nei forum e respirerete un'atmosfera vagamente medioevale.
Sono diventati femministi?
No, sono diventati stronzi.
Le proteste di piazza scattano se gli stupratori sono stranieri!
Degli stupratori italiani non frega niente a nessuno.
Si sono dati, negli ultimi mesi, parecchi casi di violenza sessuale (la gran parte a Roma... ma come? Dice che ci avrebbe pensato Alemanno a ripulire Roma dai delinquenti?... qualcosa non quadra...); tuttavia i giornali hanno stra-pompato soprattutto i casi in cui il branco degli stupratori era composto da rumeni.
Casi di stupro da parte d'italiani ce ne sono stati, altro che. Ma se n'è parlato poco; di qualcuno, anzi, non s'è fatto proprio menzione.
Come, se ti violenta un italiano è meglio?
No, non è meglio, ma non serve alla grancassa mediatica del governo, che vuole
1) esacerbare il clima di razzismo e
2) distogliere l'opinione pubblica dal fatto che, da quando è stato eletto, ha infilato una marea di castronerie e l'unica cosa che ha sistemato è la situazione penale del Premier.
Inoltre... pompando queste notizie, secondo me il PDL si dà la zappa sui piedi. Nel senso: in campagna elettorale ci hanno fatto una capoccia così col problema sicurezza, che quando avessero avuto loro il potere avrebbero risolto tutto... e adesso?
Tagliano i fondi alla Polizia, mandano i militari in giro a fare i bellini dove non servono nemmeno (nelle piazze affollate, davanti ai monumenti...) e poi dicono che non hanno soldi per mettere i militari a protezione della gente....
Mala tempora currunt. Ovvero: stiamo freschi...

10 commenti:

memoriedalsottosuolo ha detto...

No ma se il vilentatore è Italiano ha tante scuse che in qualche modo lo rendono giustificabile. Ad esempio quello di capodanno avevo bevuto e si era drogato....Non è colpa sua...Poi (non se ieri sera hai visto Chi l'ha visto) c'era per telefono la mamma del minorenne che hanno bruciano quel povero ragazzo a nettuno e sai che ha detto "ma mi figlio è stato trascinato dai suoi amici più grandi". Ma in che razza di società viviamo? Tutti che scaricano le propriè responsabilità.Probabilmente tu come madre non gli hai insegnato i valori, perchè se così non fosse tutti veremmo trascinati in non so che cosa....mahh.....senza parole!!

cinciamogia ha detto...

Argh! Lo stupro serve solo per strumentalizzarlo a fini politici, mica ci crediamo che a qualcuno gliene freghi davvero?
Mi vengono i brividi, guarda.

flo ha detto...

Hai descritto la situazione esattamente per quella che è, di stupri commessi di italiani verso rumene (e ce ne sono stati) non importa nulla a nessuno, è tutta una strumentalizzazione. La solita.

Marco Marsilli ha detto...

Tutto vero e difficile da spiegare con parole migliori.
Vorrei anche ricordare che, per quanto grave, lo stupro ad opera di sconosciuto/i è numericamente poco rilevante in quanto rappresenta meno del 5% degli stupri in Italia ... Mentre i mezzi di informazione stanno spargendo a piene mani una irrazionale paura dello sconosciuto, a maggior ragione se straniero.

l'incarcerato ha detto...

Nessuno dice che il 90 per cento degli stupri vengono commessi da conoscenti. E che tante donne hanno paura o si vergognano nel denunciarli.

Uno schifo tremendo.

Laura ha detto...

ciao...sono entrata nel tuo blog e mi ha colpito questo articolo e anche altri..sono d'accordo con te, purtroppo spesso l'informazione strumentalizza problemi gravissimi come quelli della violenza sulle donne, che diventano spunti per alimentare lo sconto politico e anche altri fenomeni che tu hai citato.

il mio blog è http://laufas88.blogspot.com/
un altro che ti consiglio è
http://bajrak.wordpress.com/

alianorah ha detto...

E della donna stuprata e uccisa a Roma più di un anno fa? I giudici non hanno condannato Mailat all'ergastolo perchè "se lei non si fosse ribellata non sarebbe morta".

meggy ha detto...

Ciao Gatta come va? tutto ok con gli esami? Meggy

Susanna ha detto...

Ho dato l'ultimo esame ed è andata bene!
E' finitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!

3my78 ha detto...

Io non commento, che sono razzista. Però ti auguro un buon fine settimana :-)