martedì 8 febbraio 2011

Se famo du' spaghi?

Una volta lessi in un romanzo che la gente non cambia, fondamentalmente. e che se ti sembra che sia cambiata vuol dire che non l'avevi capita. Non so se questa riflessione sia valida universalmente, ma per Aurinca Lacusta di certo lo è.
Ricordate Aurinca? La cuoca moldava affetta da concretismo  e che prende tutto alla lettera perché non riesce a capire le metafore? Condannata a cinque anni per tentato omicidio (ha tentato di strangolare un parroco del tuderte perché voleva preparare una teglia di strozzapreti), sta scontando cinque anni nella struttura carceraria di Volusia, una città modello che rappresenta il fiore all'occhiello del Governo a causa della sua perfetta organizzazione.
Bene, giorni fa Diana, la nostra micetta tortie che ha sostituito la povera Susanna alla guida dei Licaoni, è andata a trovarla a Volusia ed ha avuto la sconsideratezza di accettare da lei un invito a pranzo. Non volendo che Aurinca si disturbasse più del dovuto, le ha detto la frase fatale: "Ma non starti tanto a preoccupare di prepararmi chissà cosa, basta che ci facciamo due spaghi..."
Ed è stato l'inizio della fine.
Diana è stata ricoverata d'urgenza presso la Clinica veterinaria, dove è stata sottoposta ad un'ecografia che ha evidenziato un corpo estraneo nella valvola ileo-colica. Operata d'urgenza, è stata praticamente aperta dalla gola alla coda ed ecco che cosa la veterinaria Sabrina le ha trovato nell'intestino:


Per una settimana la prognosi è stata riservata; Diana è stata ricoverata presso l'ambulatorio di Sabrina.






Ora Diana è guarita, anche se inferocita dall'obbligo di una dieta stretta a base di Gastro-Intestinal e succedanei, e oggi ha scritto al Governatore di Volusia proponendo un corso di retorica per i carcerati...

7 commenti:

Kylie ha detto...

Se il cuoco o la cuoca non sono all'altezza il rischio è questo!

Un abbraccione

cinciamogia ha detto...

Il corso è necessario, per scongiurare ulteriori danni.
Buona convalescenza, Diana!

il monticiano ha detto...

Ma quell'euro fa parte della foto per fare un paragone con gli spaghi
non perchè Diana si è ingoiato anche quello. Spero.

Rita ha detto...

Que curiosa tu historia.......me alegro que Diana se haya recuperado tan pronto, un bacione per te e per lei

Ibadeth ha detto...

Grazie a tutti per gli auguri! L'euro in effetti serve come termine di paragone; ma debbo dire che Diana aveva ingoiato - e rimesso - anche un temperamatite di metallo... Chi sa cosa aveva chiesto ad Aurinca, per vedersi servire anche quello...

Nounours(e) ha detto...

Che bello come racconta Susanna!
Sto appena ora sul punto di districarmi fra i vari personaggi di Volusia, ma non ancora del tutto.
Diana assomiglia spiccicatamente alla mia Wizzi(leggi uizzi) che fortunatamente capisce le metafore e anche se le dici che i croccantini sono cacchette di coniglio lei sa che invece è il suo cibo. Lei a differenza di Briscola, il persiano, protesta quando vuol essere accarezzata. Briscola, ti raggiunge ovunque tu sia e con un doppio salto ti sale in petto, in spalla, in testa. Il suo salto è sempre doppio perché con il primo prende la misura o spinta che sia e con il secondo raggiunge la meta. Poi c'è Molly, la nera, che si chiama Molly perché avevo appena terminato di leggere un racconto in cui la protagonista aveva quel nome e che a distanza di tempo non ricordo più nulla, tranne questo piccolo particolare, sempre in virtù della nera che abbiamo raccolto sotto casa quand'era non più lunga di 15cm. Lei ha vissuto per anni nello sgabuzzino e ora lo lascia solo la sera quando, finalmente, viene a farsi coccolare. Da ragazzina sembrava una pantera, con gli occhi verdi e un corpo elegantissimo, perfetto da vera felina!
Spedisco senza rileggere, altrimenti ci trovo un sacco di errori e poi non spedisco più per scoraggiamento.
Ciao e spero che Diana non si fidi più ciecamente della cuoca concretista.
Conosco persone che non capiscono ogni metafora. Non ne conoscono che le ignorino completamente. Però a volte è molto importante distinguerle, come appunto in questo caso :)

bussola ha detto...

Povera Diana.....Ieri ho visto Vallanzasca per uscire dal carcere si è ingoiato dei chiodi....forse era stata Diana a dargli la dritta