lunedì 1 agosto 2011

Mozzarelle luminose

Da qualche tempo il Bimbo lavora d'estate come cuoco nelle località più in voga della penisola.
Aiutato validamente (?) dalla Bimba, che gli procura gli ingredienti primari per elaborare originalissimi piatti, viene invitato in vari ristoranti, soprattutto al mare, e con diversi pseudonimi a seconda delle località, si produce in pranzi indimenticabili (anche perché sovente si concludono al Pronto Soccorso locale).
L'anno scorso si spacciò ripetutamente per marsigliese e, col nome d'arte di "Le Bimb", elaborò per vari locali del livornese una serie di piatti a base di muggine di fosso e parietaria officinalis. Quest'anno ha fatto credere di essere un cuoco partenopeo e, con lo pseudonimo di "O' Bimbo", si è esibito in un noto ristorante dell'Isola Dino (vedi foto) con una originale antipasto di mozzarelle, alici fritte, petali di geranio rosso e uvetta candita, battezzato con il suggestivo nome di "Corona di stelle". Il nome derivava dal fatto che veniva presentato nella sala da pranzo buia e illuminata solo da candele colorate e dal vassoio abilmente preparato si sprigionava una delicata luce azzurrina; fenomeno che ha mandato in visibilio i commensali.
Peccato che nessuno avesse spiegato al Bimbo che le mozzarelle da lui utilizzate provenivano da Mondragone, una zona scelta dalla camorra per sversare i rifiuti di mezza Italia - se non tutta - e che la loro delicata luminescenza non era se non una conseguenza dell'elevato inquinamento dei pascoli locali...

5 commenti:

il monticiano ha detto...

Finalmente eccoti qui con il diario di Susanna.
Erano mozzarelle radioattive?
Se ne accorto qualcuno?

Kylie ha detto...

Ero già preoccupata leggendo dei petali di geranio rosso!
Sulla genuinità delle mozzarelle non ci metto la mano sul fuoco, io prendo quelle realizzate dalle mie parti (anche di bufala), sperando che siano meno inquinate.

Un abbraccio e buon martedì!

cinciamogia ha detto...

Una presentazione molto d'effetto...Ci sono stati effetti collaterali?

alianorah ha detto...

...anche l'occhio vuole la sua parte. Quella che lo stomaco non vomita, almeno...

Ibadeth ha detto...

Beh, almeno se i commensali il giorno dopo fossero andati a fare la TAC,non avrebbero avuto bisogno di alcun mezzo di contrasto...