lunedì 27 maggio 2013

Una torre pendente e considerazioni sul caffè

Ieri io e Tarquinius siamo andati, con Megalo e il cinghialetto Carlegidio, a fare una gita domenicale a Vernazzano, a vedere la Torre Torta (con l'accento grave, mi raccomando), sopra Vernazzano - splendida vista sul Lago Trasimeno, fra l'altro.
Dopo la visita siamo scesi al bar locale a berci un caffè. E lì ho sottoposto al consorte ed ai miei amici una profonda riflessione filosofica.
Chiedi un caffè.
Ti danno la tazzina col piattino e ti dotano di un cucchiaino per girare lo zucchero - se uno ce lo mette. Io ce lo metto, eccome.
Giri lo zucchero con la mano destra.
Pertanto devi sollevare la tazzina con la sinistra.
Giusto?
Allora, perché ti danno sempre la tazzina col manico a destra? che io la devo sempre far ruotare per posizionarlo a sinistra?
Il consorte e gli amici, tuttavia, non sono parsi molto colpiti da questo mio profondo pensamento.

6 commenti:

il monticiano ha detto...

Però è vero quello che hai detto, infatti se entri in un bar e osservi altre persone che attendono la tazzurella 'e café vengono messe sul bancone tutte le tazzine col manico a destra.
Un saluto a te e a Tarquinius.

Kylie ha detto...

Giusta osservazione. Ma le istruzioni per servire il caffè questo prevedono. Io in effetti uso la destra.

Un abbraccio


P.s. la torre è inquietante.

Rita ha detto...

Hai ragione!!!! anch'io mi faccio questa domanda...
un bacione

Nou ha detto...

Uno dei maggiori piaceri della vita è sorseggiare un caffè seduti al bar osservando la tazzina con dentro il meraviglioso aromatico liquido e perché no, il suo manico in ogni direzione :)

Un abbraccio
Nou

aquila ha detto...

Dovrebbero esserci le tazzine bi-manico...

cinciamogia ha detto...

Perchè sono due azioni che si compiono in successione e non in contemporanea, presumibilmente con la mano "dominante"? Se io facessi una delle due cose con la sinistra, credo che metà caffè se ne andrebbe sul bancone :-D