venerdì 21 novembre 2008

Tyrannosaurus Red


il mini alla cupa
Inserito originariamente da susannucciauccia


Oggi Maysa la lince, uscita dal laboratorio analisi dove lavora, se n'è andata in pizzeria. Mentre aspettava che le scaldassero la pizza alle salsicce (mangia leggero, lei) ha sentito il padrone e due avventori (padre sui cinquanta e figlio sui venti) che commentavano il ritorno, dal prossimo lunedì, del T-Red.
Dicesi T-Red l'infernale accrocco che, strategicamente sistemato in prossimità dei semafori, ti filma se passi col rosso. Così ti arriva a casa la multa. Ci ho gusto. E ti ciucciano sei punti sei dalla patente e ti ci sta anche bene. Ora, io direi che sia cosa buona e giusta, o no? Ovvero: sarebbe meglio che lo capissi da te, che non devi passare col rosso. E manco col giallo, ad onor del vero. Il giallo serve a dirti "Occhio, rallenta che sta per arrivare il rosso!", al che tu ti dovresti teoricamente fermare.
Vigliacco lo facesse qualcuno. Quando vedono il giallo aumentano la velocità, gli si squagliassero le gomme. Oddìo, corri, che qui diventa rosso!
Ma a Perugia non è così semplice, in quanto a proposito di T-Red c'è stato un mezzo scandalo: pare che qualcuna di queste sesquipedali macchinette fosse truccata. Nel senso che si sussurrava che il Comune si fosse accordato con la ditta fabbricante perché facesse durare il giallo meno del solito. Talché tu arrivavi, il semaforo era verde e nel giro di una manciata di secondi la situazione precipitava: da verde diventava giallo, nel giro di un millisecondo diventava rosso e tu venivi immortalata mentre passavi trionfalmente col rosso. E giù 160 euri di multa.


[Ci hanno beccato anche la mia Mamma, per la verità. Il filmato che la ritrae è esilarante: la sua vetturetta marcia felice non verso il sol dell'avvenire, ma verso il semaforo rosso; la vetturetta si avvicina al semaforo sempre rosso; l'utilitaria supera sprezzante il semaforo sempre più rosso; infine l'automobilina si allontana giuliva mentre il semaforo è più rosso che mai. Quando a casa l'abbiamo visto, abbiamo riso, come dicesi a Perugia, a sfasciabudello. Ovvio che la Mamma si è guardata bene dal presentare ricorso. Ha pagato e zitta, e si è tenuta la decurtazione dei sei punti sei (ora, dopo due anni in cui s'è comportata bene, due gliene hanno restituiti)].

Comunque, revenons à nos moutons. Il proprietario della pizzeria, il ragazzo e suo padre lanciavano astiosi e truculenti commenti su questa nuova iniziativa del Comune. Maysa dice che ha capito, ascoltandoli, che costoro non ce l'avevano col Comune perché aveva installato T-Red truffaldini (che ci avrebbero avuto pure ragione), ma perché li installa tout court. Nel senso: il ragazzino, tronfio, proclamava che lui e i suoi amici sapevano come fare per renderli inutilizzabili mediante forbici e trinciapolli vari; il padre, che in teoria avrebbe dovuto essere più ligio, asseriva che un suo amico gli ha sparato fracassandolo (al T-Red, non a lui) e che un'altra macchinetta è stata distrutta da due giovani mentecatti (peraltro subito intopati dalla Polizia); il padrone del locale ghignava dicendo, orgoglioso: "Ah, vedrè che si li mettevon a Napoli 'n duravon tanto!", quasi con ammirazione verso i prodi cavalieri partenopei dello scasso organizzato. Maysa ha ringhiato: "Ma a voi altri l'idea di comportarvi per bene manco vi passa per l'anticamera?"
Penso che non l'abbiano nemmeno considerata.
Comunque è abbastanza allucinante. A molti l'idea che passare col rosso sia un comportamento pericoloso ma manco li sfiora. Non so, forse pensano che sia un capriccio di chi comanda, come coloro che si dilettano a far saltare le pulci. La regola per molti è un puro arbitrio di cui non si capisce il significato. La rispetti solo se ti mettono paura. Altrimenti non la interiorizzi. Ti ci scagli contro, come se non fosse fatta per salvaguardarti, ma per metterti i bastoni fra le ruote. Chi elude la regola è un furbone, no? Del resto, abbiamo esempi eccellenti anche in alto loco... Non faccio nomi, mi consenta.

Ben s'intenda: i T-Red truffaldini sono stati una carognata bella e buona. Ma molta gente vorrebbe la libertà di sfrecciare a ottanta chilometri orari per le vie del centro e passare col rosso quando le pare (e se la stessa libertà la volessero anche quelli della strada che s'incrocia con la tua? come la mettiamo?); poi, quando si tenta di far osservare il codice della strada, allora si urla al sopruso e di solito si maledice il minimetro, che pare essere stato scelto come responsabile di tutti i mali della nazione...
Povero minimetro, che è tanto carino...

8 commenti:

lucy ha detto...

quaggiù al nord di passare col rosso non capita di veder nessuno, max uno o due gnitanto. le macchinette in compenso erano truffaldine eccome! scassarle no, ma falle levà, sì eh?! a me poi la policia komunale mi sta ntipatica proprio a pelle e posso capire che (senza fa gnente de male) al popolino gli monta la voglia di sfasciargli i congegni malefici. eddài, capìmoli sti teppistelli con la loro luminosa visione del monno. sono,in modo massiccio e quasi organizzato, la nostra cattiva coscienza di benpensanti che quando la multa tocca a noi, no, allora,no, i vigili so' proprio delle chiaviche, li possino.

flo ha detto...

Quando le hanno installate qui a Terni ho assistito a scene di follia collettiva, erano aumentati gli incidenti proprio ai semafori perchè la gente inchiodava all'improvviso oppure schizzavano come fulmini per anticipare lo scatto dell'infernale aggeggio...

cinciamogia ha detto...

A esser precisi il giallo servirebbe a dire "se puoi rallenta e fermati, se vai troppo veloce per fermarti almeno sgombra l'incrocio", La reazione dell'italiano medio alla regola però è quella, secondo me siamo rimasti tanti scolaretti che si ritengono vessati dal fatto che la maestra li mette in castigo perchè fanno chiasso. La regola è sempre un bizantinismo assurdo, tranne quando siamo noi da pedoni ad essere tirati sotto attraversando col verde da uno che non ha rispettato il semaforo rosso.

lucy ha detto...

di più: quando siamo pedoni facciamo i pedoni, quando i pedoni salgono sulle bici, dimenticano di essere anche pedoni, quando guidano la macchina sono solo automobilisti: mai stati né pedoni, né ciclisti. fa anche rima.

Dual ha detto...

Forbici e tranciapolli va bene..sparargli mi sembra esagerato!!!
Un altra truffa Italiana!!

Dual ha detto...

Forbici e tranciapolli va bene..sparargli mi sembra esagerato!!!
Un altra truffa Italiana!!

Dual ha detto...

Forbici e tranciapolli va bene..sparargli mi sembra esagerato!!!
Un altra truffa Italiana!!

Susanna ha detto...

Benvenutissimo, giovane Dual!
No, non vanno bene i trinciapolli... va bene andar piano e non passare col rosso.
Se non passi col rosso, la multa non te la fa nessuno!
Bacio
susanna