mercoledì 10 dicembre 2008

Martino e il Natale ebraico


DSC00239
Inserito originariamente da susannucciauccia

Primo piano di mio fratello Martino, il rabbino, con aria concentrata e cogitabonda. Forse starà meditando su qualche passo particolarmente ostico della Kabbalah.

O forse si sta dando da fare per cercare canti di Natale ebraici. Sì, perché il pisquano è stato convinto dalla Bimba a cercare canti natalizi israeliti da cantare la grande notte di Natale a Salci, patria della nottola Ecate Accorinti detta Catina.
Solo che, chissà come mai, non li trova.

5 commenti:

alianorah ha detto...

Natale ebraio eh? Ahahaha!

alianorah ha detto...

Ops...ebraico!

flo ha detto...

Eh, come vorrei assistere al concerto natalizio di Martino :)

Semalutia ha detto...

Avevo una gatta, Nike (come la dea della vittoria, non come le scarpe!) davvero unica. Gran rustica ma molto intelligente...riusciva ad aprire la porta di casa da sola quando voleva uscire a fare una passeggiata! I canti di Natale ebraici però non li ha mai sperimentati...forse non era poi così intelligente?! ;)

Susanna ha detto...

Spero fosse meno fessa di Martino...