domenica 21 marzo 2010

Openloft (ovvero La Città Fantasma 3)








Openloft è il nome (assai pretenzioso, secondo me) dato a codeste abitazioni, le cui foto il fotografo ferrarese ha esposto nella sua mostra.
Ideate da Byna Vanbeselaere, architetto di origine centroamericana, sono state presentate ad un Convegno ed hanno riscosso un discreto successo (de gustibus...).
Byna Vanbeselaere (gossip) è una Lampropheltis, o "falso corallo", ed è la cugina di quella Chanel con cui pare si sia fidanzato recentemente il pitone Srikant.
Solo che Byna lavora, Chanel non fa una beata tutto il giorno. Scrive performances post-decadenti (mia traduzione = opere indecenti ed incomprensibili) e trova financo chi gliele mette in scena... il che la dice lunga sulla decadenza della cultura in questo primo lustro del secolo. Ha scritto ed inscenato una performance (= opera indegna ed invereconda) dal titolo suggestivo "Cippalippa Cyberpunk" (opera probabilmente autobiografica). Non so cosa dovrebbe suggerire, ancorché io un'idea ce la avrei, ma suggerire ad un'autrice post-decadente di buttarsi a lago dal pontile di Passignano sembrerebbe forse poco rispettoso.

2 commenti:

il monticiano ha detto...

Sei di un'ironia veramente impareggiabile.
Ogni rigo o quasi mi scappa una risata, talvolta anche di più.

cinciamogia ha detto...

Ma no, il tuffo nel lago potrebbe trasformarsi in una performance artistica...potresti suggerirle di vederla come una metafora di un viaggio nell'inconscio. Potrebbe apprezzarla ed eleggerti sua musa!